Granducato di Toscana
Storia e Granduchi di Toscana
inizio-fine del Granducato

 
 

Granducato di Toscana

  • Nel 1569 la Toscana divenne un GRANDUCATO.
    Fino dal 1421, i Medici ebbero la Signoria della Toscana, prima col titolo di DUCHI, poi con quello di GRANDUCHI, titolo sovrano, quest'ultimo, che, appunto nel 1569, fu istituito dal papa Pio V, appositamente per Cosimo de' Medici (1389-1464), al quale, come Granduca, spettava il titolo di Altezza Serenissima.
    Costui, ricchissimo, fu chiamato "il Vecchio" e fu un abilissimo politico.
    Alla sua morte gli successe il figlio Piero, detto il "Gottoso" (1416-1469) uomo colto e raffinato, ed anch'egli abile politico.
    Alla morte di quest'ultimo, il potere passò ai figli Lorenzo (1449-1492), che poi si guadagnò l'appellativo di "Lorenzo il Magnifico" e Giuliano.
  • Nel 1478 i due fratelli caddero in un agguato a S.Maria del Fiore e mentre Giuliano veniva ucciso, l'altro riuscì a salvarsi.
    Lorenzo dopo varie peripezie rafforzò la sua posizione: a Firenze modificando gli statuti, e in Italia con nuove alleanze ed amicizie e l'acquisto di vari territori quali Pietrasanta, Sarzana e Pancaldoli.
    Anche la sua attività letteraria fu vasta e notevole ed a lui si deve molto merito per avere favorito il passaggio dalla lingua latina al volgare.
    Di successione in successione, i Medici mantennero il potere fino al 1737, anno in cui estintasi la famiglia, il Granducato passò a Francesco di Lorena e, salito questi al trono d'Austria, alla linea cadetta Lorena-Austria.
    Nel 1796 la Toscana fu occupata da Napoleone e per sua volontà, nel 1801, il Granducato divenne Regno di ETRURIA e fu assegnato a Lodovico I di Borbone, Infante di Spagna a cui successe la moglie Maria Luisa che governò per conto del figlio Re di Etruria Carlo Lodovico.
    Il Regno di Etruria rimase a favore dei Principi spagnoli fino al 1807, epoca nella quale fu incorporato all'Impero francese che vi costituì i dipartimenti dell'Arno, dell'Ombrone e del Trasimeno.
  • Nel 1809 Napoleone ripristinò il Granducato, nominando GranducAhessa di Toscana la sorella Elisa Baciocchi - Principessa di Lucca e Piombino - e ad essa rimase sino al 1814, anno in cui lo riebbe Ferdinando III.
    A costui, nel 1824, successe Leopoldo II (la cui statua è possibile vedere anche nella piazza del Duomo a Pietrasanta), il quale nel 1848 elargì la costituzione, ma dovette cedere il potere ad un governo provvisorio, rifugiandosi a Gaeta.
    Rientrò in Toscana l'anno successivo (1849) ed abolì la costituzione.
  • Nell'anno 1859 la popolazione insorse, chiedendo l'alleanza col Piemonte. Il Granduca Leopoldo II non accettò le proposte del Piemonte e fu costretto a partire. Il governo provvisorio quindi, proclamò l'annessione al Piemonte.
    Nello stesso anno la Toscana fu occupata dai francesi e ne venne stabilita la restituzione ai Lorenesi.
    L'Assemblea nazionale, però, manifestò la volontà di far parte del Regno d'Italia decidendo di dichiarare decaduta la casa Asburgo-Lorena.
    Di questa decisione, sul piedistallo della statua a Leopoldo II esistente a Pietrasanta, è riportata la seguente iscrizione:
    L'ASSEMBLEA TOSCANA
    -- DICHIARA CHE LA DINASTIA AUSTRO-LORENESE LA QUALE NEL 27 APRILE 1859 ABBANDONAVA LA TOSCANA SENZA IVI LASCIAR FORMA DI GOVERNO, E RIPARAVA NEL CAMPO NEMICO, SI E' RESA ASSOLUTAMENTE INCOMPATIBILE CON L'ORDINE E LA FELICITA' DELLA TOSCANA;
    -- DICHIARA CHE NON VI E' MODO ALCUNO PER CUI TALE DINASTIA POSSA RISTABILIRSI, E CONSERVARSI SENZA OLTRAGGIO ALLA DIGNITA' DEL PAESE, E SENZA OFFESA AI SENTIMENTI DELLE POPOLAZIONI, SENZA COSTANTE E INEVITABILE PERICOLO DI VEDERE TURBATA INCESSANTEMENTE LA PACE PUBBLICA, E SENZA DANNO D'ITALIA;
    -- DICHIARA CONSEGUENTEMENTE NON POTERSI NE' RICHIAMARE, NE' RICEVERE LA DINASTIA AUSTRO-LORENESE A REGNARE DI NUOVO SULLA TOSCANA.
    ESEMPIO AI POPOLI, ED AI REGNANTI.

  • E, nell'anno 1860, la Toscana decise di annettersi al Regno d'Italia, cessando così di essere Granducato.

 


versilia toscana costa delal versilia twiga capannina discoteche hotel e ville in affitto

locali alternativi TOSCANA
discoteche TOSCANA
vacanze al mare TOSCANA
villa in versilia hotel in TOSCANA
villa con Piscina in TOSCANA
Toscana versilia
versilia golf Villa TOSCANA
toscana versilia
costa della TOSCANA
alberghi versilia TOSCANA

Hotel Versilia L'ASSEMBLEA TOSCANA -- DICHIARA CHE LA DINASTIA AUSTRO-LORENESE LA QUALE NEL 27 APRILE 1859 ABBANDONAVA LA TOSCANA SENZA IVI LASCIAR FORMA DI GOVERNO, E RIPARAVA NEL CAMPO NEMICO, SI E' RESA ASSOLUTAMENTE INCOMPATIBILE CON L'ORDINE E LA FELICITA' DELLA TOSCANA;
-- DICHIARA CHE NON VI E' MODO ALCUNO PER CUI TALE DINASTIA POSSA RISTABILIRSI, E CONSERVARSI SENZA OLTRAGGIO ALLA DIGNITA' DEL PAESE, E SENZA OFFESA AI SENTIMENTI DELLE POPOLAZIONI, SENZA COSTANTE E INEVITABILE PERICOLO DI VEDERE TURBATA INCESSANTEMENTE LA PACE PUBBLICA, E SENZA DANNO D'ITALIA;
-- DICHIARA CONSEGUENTEMENTE NON POTERSI NE' RICHIAMARE, NE' RICEVERE LA DINASTIA AUSTRO-LORENESE A REGNARE DI NUOVO SULLA TOSCANA.

ESEMPIO AI POPOLI, ED AI REGNANTI.

  • E, nell'anno 1860, la Toscana decise di annettersi al Regno d'Italia, cessando così di essere Granducato.
    ULLA TOSCANA.
    ESEMPIO AI POPOLI, ED AI REGNANTI.

  • E, nell'anno 1860, la Toscana decise di annettersi al Regno d'Italia, cessando così di essere Granducato.
  • HOTEL CHARME toscana appartamenti toscana corsi di cucina toscana toscana corsi di pittura luna di miele toscana Informazioni Versilia toscana Pisa hotel e Informazioni ' luna di Miele Versilia
    Toscana Versilia informazioni Toscanalido di camaiore Versilia palestra toscana e centro benessere versilia informazioni Toscana lucca citta di Pietrasanta Toscana biciclette toscana versilia hotel toscana Viareggio hotel Toscana & Golf forte dei marmi